Archivio | marzo, 2018

Fosse che fosse la volta buona…

26 Mar

foto 198 foto 197E’ una situazione cronicizzata, ormai. Salta di qua, salta di la, abbaia a destra e abbaia a sinistra. No, non è la descrizione di un momento qualsiasi, ma quello dell’inguinzagliamento in vista della passeggiata. Allegra perde la trebisonda non solo alla vista del cordoncino rosa e Giacomino, tra un risveglio e l’altro, mi tampina manco fosse un segugio a caccia ogni qualvolta stabilisce (lui) si debba uscire. Il tutto ancor prima che io faccia una qualsiasi mossa veramente esplicita che abbia il sentore della passeggiata. Di fatto, poi, ci sono una borsa ed un paio di scarpe che non posso più indossare a mio piacere perchè G&A li riconoscono come loro dedicati…e non esiste proprio che io indossi o l’una o le altre senza che esca con loro. E questa è la premessa. Quando poi si arriva al momento del ”mettiamo i guinzagli” scatta la gioia (che per loro è sempre, almento un paio di volte al giorno, una grande gioia) ed i riti conseguenti. Mentre ”bardo” Allegra, che abbaia e scalpita come una cavalletta, Giacomino mi alita sul collo ululando nelle mie orecchie. Un rito che si ripete anche se decido dei fuori programma: nulla da fare… il putiferio irriverente ma felice di uscire esplode anche quando inatteso. Le ho provate tutte, dicendomi ”vediamo se facendo così o cosà riesco a sedare gli animi festosi…. fosse questa la volta buona…”. Ma la volta buona non arriva mai. Non li inganno, io. Non si fanno ingannare, loro. E la volta buona dell’inguinzagliamento silenzioso non esiste. Come dire: silenzioso mai, felice sempre.

Annunci